Warning: Creating default object from empty value in /home/kublaivi/public_html/wp-content/themes/Travelo/inc/lib/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
Guida Viaggio Italia – Kublai Viaggi
Kublai ViaggiKublai Viaggi

Guida Viaggio Italia

firenze
  • Italia
  • Roma
  • 301,338 km²
  • 19°C
  • Euro
  • Italiano
  • 60,6 milioni

 
Italia, una paradiso per gli occhi, la mente e il palato. Ci sono molte, troppe ragioni per visitare l'Italia e sarebbe impossibile elencarle tutte. Questo Paese vanta una storia lunghissima, di più di 3mila anni: l'Italia è un libro aperto, ogni suo angolo, ogni città ha molto da raccontare e il suo passato è più che mai visibile attraverso i suoi edifici storici, i monumenti, l'arte e perché no, anche la cucina. Geograficamente l'Italia varia il suo clima e la sua struttura a seconda dalle regioni: più calda a Sud, più fredda a Nord, vanta un paesaggio varissimo che spazia dai laghi del Nord, all'Appennino, dalle colline dolci della Toscana al litorale, senza dimenticare i molti vulcani situati in diversi parti della penisola.

INFORMAZIONI GENERALI

Nel complesso, l'Italia è una destinazione molto visitata con ben poco di cui preoccuparsi per i visitatori. Tuttavia, c'è un ben radicata criminalità organizzata operane in Italia, ma questo ha scarso interesse per i turisti i suoi atti criminali non hanno come bersaglio i viaggiatori. La piccola criminalità è un problema per i turisti, soprattutto nelle aree urbane o nei pressi di centri molto frequentati dai turisti. Gli scippatori sono presenti nei treni e negli autobus, mentre i borseggiatori colpiscono occasionalmente le strade affollate. Le stazioni ferroviarie sono particolarmente note per questo tipo di criminalità. Alcuni turisti hanno anche trovato la loro auto a noleggio con i vetri rotti quando l’hanno parcheggiata in parcheggi con ambienti poco illuminati. I turisti sono talvolta l'obiettivo di elaborate truffe che di solito finiscono con la rapina, ma esercitare cautela e buon senso, rende la maggior parte dei visitatori al sicuro. È saggio rifiutare bevande e cibo dagli sconosciuti, poiché i ladri talvolta ricorrono a drogare i loro bersagli. Per essere sicuri, si deve mangiare e bere solo ciò che hai ordinato e stare attenti quando si viaggia dopo il tramonto. Rimanere in zone ben illuminate, aree affollate e viaggiare in gruppo se possibile.

Elettricità : 230 Volt, 50 Hertz

Salute

Le infrastrutture dell’Assistenza sanitaria pubblica sono adeguata nelle principali città italiane, anche se è più difficile trovare impianti più ampi nelle zone rurali del paese. Molti turisti scelgono cliniche private in cui gli standard sono inevitabilmente più alti. I visitatori sono invitati a non bere l’acqua del rubinetto ma a fare affidamento sull’acqua in bottiglia, bollita o nell’acqua trattata. Bevande con ghiaccio dovrebbero essere evitate a meno che non siate sicuri che il ghiaccio sia stato fatto bene. Frutta e verdura cruda dovrebbero essere consumate solo se pelati. Non ci sono particolari vaccinazioni necessarie per viaggiare in Italia, anche se sia bene essere vaccinati contro il morbillo, gli orecchioni, la rosolia (MMR) e la difterite-tetano. Alcuni operatori dei servizi sanitari raccomandano vaccinazioni contro influenza per chi viaggia in inverno. Recentemente, un focolaio di zanzare cariche di febbre chikungunya hanno toccato la provincia di Ravenna. Questa malattia è raramente fatale ed è attualmente sotto controllo. Per essere sicuri, un repellente per zanzare e abbigliamento che copre il più possibile la pelle è consigliato a tutti coloro che vogliono passare del tempo a Ravenna.

Lingua

La lingua ufficiale d'Italia è l'italiano, con dialetti locali in funzione in tutto il paese. Ci sono numerose comunità di minoranza di lingua straniera e presso il confinem sono spesso fluenti lingue come il francese, svizzero tedesco e anche il greco. L'inglese è parlato e compreso nelle aree metropolitane e nei posti turistici, anche se è difficile trovare chi parla bene l’inglese nelle parti più remote del paese.

Moneta

L'Italia è parte dell'Unione europea, così l'euro è divenuto la moneta ufficiale del paese dal 2002. Le banconote sono emesse in tagli da: 5, 10, 20, 50, 100, 200 e 500 tagli, con monete da 1 e 2 euro. Inoltre, l'euro si divide in 100 centesimi e le monete vanno in tagli da 1, 2, 5, 10, 20 e 50 cent.

Cambio / ATM

Le carte di credito sono accettate dai principali alberghi, ristoranti e supermercati, e MasterCard e Visa sono tra i più popolari marchi. Sportelli automatici sono ben dislocati per la maggior parte delle città, ma a volte i viaggiatori incontrano problemi a far accettare le carte di debito straniere a queste macchine. Il denaro può essere scambiato presso le cabine di cambio (note come cambio), gli uffici postali e le banche. I Traveller cheque sono afflitti da supplementi e tariffe poco auspicabili, un dato di fatto che spinge la maggior parte dei turisti a fare affidamento sulle loro carte di debito, invece. In alcune banche più piccole non si accettano i traveller cheque. Più grandi banche possono anche emettere anticipi di denaro tramite carta di credito.

Dogana

Sebbene le vendite duty-free non sono più tenute nell'Unione europea, i seguenti articoli possono essere portati in Italia esenti da dazio: 60 ml di profumo; 2 litri di vino, 1 litro di bevande alcoliche; 200 sigarette; totale di merci con un valore pari a 175 di euro. Non c'è limitazione sul numero di euro che si possono portare in Italia. Chiunque venga in Italia deve compilare un formulario di dichiarazione che sarà consegnato a funzionari doganali al momento dell’arrivo. I visitatori che non sono cittadini di una nazione europea sono ammissibili per il rimborso dell'IVA (imposta sul valore aggiunto), quando lasciano il paese o l'Unione europea.

Etichetta

I primi saluti in Italia in genere consistono in un sorriso e una stretta di mano. Coloro che già si conoscono si scambiano baci sulle guance sinistra e destra (in questo ordine). Evitare di utilizzare i nomi propri fino a quando non si è ufficialmente stati invitati a farlo. Molti italiani si scambiano anche le carte telefoniche, una variante sociale al biglietto da visita che elenca il nome della persona, il contatto e le credenziali accademiche. Le prime impressioni sono importanti per gli italiani, e il concetto della bella forma (o 'buona immagine') svolge un ruolo importante nelle situazioni sociali. L’aspetto di una persona riflette la loro istruzione, i legami familiari e lo status sociale. Al di là di abbigliamento e accessori, la bella forma è legata a una persona per il comportamento e la postura. La fiducia guadagna un grande rispetto. I regali sono aperti al momento del loto ricevimento e ci sono un paio di minori tabù relativi al regalo da evitare. Il colore viola viene visto male fin dai tempi di Giulio Cesare, quindi i regali non vengono mai avvolti in questo colore o in nero (il colore del lutto). I fiori gialli indicano un dono da parte di una persona gelosa e fiori rossi indicano uno sgradevole segreto. Forti correnti di cattolicesimo sono presenti in Italia. Mentre la frequenza in Chiesa non è particolarmente elevata, rimane comunque un grande rispetto per la Chiesa e per la sua Santa Sede. Il Clero viene sempre trattato con deferenza e rispetto.

Galateo a tavola

Un pranzo tradizionale italiano inizia con semplici, verdure marinate (antipasti), seguita da un piatto d'amido - o riso o pasta (primo), un piatto a base di carne con insalata (secondo) e un dolce come dessert (dolce). Caffè in forma di caffè espresso viene servito dopo il pasto. I vari stili di arte culinaria variano notevolmente in tutto il paese. Nel nord, i piatti sono incentrati sul risotto, mentre la pasta è più diffusa nel sud e nelle province del Mediterraneo. Gli abitanti locali danno molta attenzione alle loro specialità regionali. La prima colazione è molto leggera, di solito costituita da un piccolo pasticcino e da un cappuccino. Il pranzo è più sostanziale, e la maggior parte delle imprese chiudono le loro porte per una o due ore per la pausa pranzo, un’ora per mangiare e un’altra per la pennichella. Gli aperitivi, o antipasti, sono ricercati in prima serata. La cena, servita molto più tardi, è un altro pasto leggero. Gli italiani sono estremamente orgogliosi dei loro vini regionali e parte del divertimento è dato anche dalla possibilità di assaggiare i vini locali d’epoca. Mentre il vino è servito con il pasto, liquori dolci o scuri sono spesso consumati alla fine del pasto con una coppetta di gelato italiano (gelato) o una deliziosa miscela di biscotti, mascarpone, cacao e caffè (tiramisù).

 
roma

COSA VEDERE IN ITALIA

L'Italia è uno stato da scoprire, passeggiando o in bicicletta, fermandosi di tanto in tanto in uno dei molti agriturismi che ospita sul suo territorio. La cucina italiana, infatti, è uno dei tratti tipici di questa terra, raffinata, sana e gustosa, apprezzata da tutto il mondo. La "dolce vita" italiana, quella raccontata da Fellini, prende in considerazione tutti questi aspetti: un viaggio in questa terra è un viaggio pieno di emozioni alla ricerca di un patrimonio classico davvero inestimabile, a livello europeo e internazionale. Ogni regione d'Italia è raggiungibile con un aereo: voli nazionali e internazionali atterrano nelle diverse regioni. La compagnia di bandiera è Alitalia, ma molte altre compagnie straniere collegano le principali città del Paese con l'estero, come Lufthansa, Air France operative su grandi città come Pisa, Firenze, Venezia, Milano, Napoli e Palermo, solo per citarne alcune. Un altro mezzo di trasporto per raggiungere l'Italia o per muoversi all'interno di essa è il treno: da Milano e Torino ci sono treni ad Alta Velocità, sono queste le due aree più servite dalle quali potete essere comodamente collegati a quasi tutte le regioni d'Italia. Il treno è senza dubbio il mezzo più economico, ma impiega ancora troppo per raggiungere le destinazioni, pertanto se dovete muovervi da una parte all'altra del Paese (da nord a sud, per esempio) dovete tenere in considerazione che potrete impiegarci una giornata intera. E' possibile anche muoversi in autobus o in auto: la rete stradale italiana è in ottime condizioni anche se varia da regione a regione. L'autobus è però di norma molto lento, non preferibile sulle lunghe distanze. Se volete muovervi con la vostra automobile dovete tenere in considerazione che le autostrade italiane hanno pedaggi, pagabili in contanti o con carta di credito. L'autostrada principale è l'A1 che collega Milano a Napoli e per questo viene metaforicamente considerata la "spina dorsale d'Italia". Per organizzare una vacanza in Italia dovete fare una scelta. Ovviamente è impossibile vedere questo paese una volta sola, ma il vostro piano di viaggio dipenderà molto da quanto tempo avete a disposizione. Solo così infatti potrete decidere il vostro programma. Se avete pochi giorni la soluzione migliore è quella di soffermarsi su una grande città: potete fare una fuga romantica a Venezia, visitare la città eterna Roma o la bella Firenze, tutte città che sapranno offrire molte scelte, tra quartieri storici, musei e monumenti. Non perdete l'occasione di attaccare bottone con la gente del posto, solo così potrete apprezzare davvero la vita italiana. Se invece preferite sfuggire dalle grandi città, se amate i posti tranquilli, non temete: l'Italia non vi saprà deludere: grandi laghi, parchi naturali, spiagge e isole si trovano in lungo e in largo e sapranno stupirvi. Se avete a disposizione almeno una settimana potrete optare su circuiti turistici alquanto interessanti, spostandovi da zona a zona con i mezzi pubblici o in camper, a seconda del vostro gusto.

Ecco alcuni itinerari consigliati: 

  • Nord Italia, Milano e laghi: tre giorni a Milano per ammirare il Duomo, la Scala, la chiesa Santa Maria delle Grazie ed i tesori della Pinacoteca di Brera associati a tre giorni da trascorrere tra il lago di Como e il lago Maggiore.

  • Il Veneto e dintorni: due giorni a Verona, un giorno a Ravenna (anche se si trova in Emilia Romagna, ma non molto distante dal Veneto, imperdibile per i suoi famosi mosaici) e tre giorni a Venezia (visitando Piazza San Marco, la Basilica di San Marco, Palazzo Dogo, la chiesa di Santa Maria della Salute e, naturalmente, passeggiando a piedi lungo il Canal Grande o facendo - prezzi permettendo - un viaggio in gondola o sul vaporetto).

  • Toscana: obbligatorio un giorno a Pisa (per vedere il Battistero, il Duomo, la Torre Pendente), un giorno a Siena (Piazza del Campo, il Duomo, Palazzo Pubblico), tre giorni a Firenze (il Duomo, la Chiesa di Santa Croce, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, Palazzo Pitti, gli Uffizi), e una giornata nella splendida campagna toscana.

  • Umbria e dintorni: un giorno a Orvieto, un giorno in Assisi (dove si trovano la Basilica di San Francesco, la Chiesa di Santa Chiara, la Cattedrale di San Rufino), un giorno a Perugia (con le sue belle mura, le piazze e la cattedrale gotica), un giorno a Gubbio (Duomo, Palazzo del Bargello), per concludere poi sulla spiaggia di Rimini (in Emilia Romagna) sull'Adriatico o in uno dei tanti parchi di divertimenti che si trovano in zona.

  • Roma e dintorni: quattro giorni non sono sufficienti per scoprire la capitale e la Santa Sede, ma se volete visitare altro da qui potete spostarvi per vedere Pompei e Napoli. -Napoli: Un giorno a Pompei e al Vesuvio, tre giorni a Napoli (dove imperdibili sono il Museo Archeologico, il Duomo, il Castello Nuovo, la chiesa di Santa Chiara), una giornata sull'isola di Capri e una giornata trascorsa a visitare la Baia di Napoli o la Costiera Amalfitana.

  • Sicilia: un giorno a Palermo (Cappella Palatina, Cattedrale Monreale), un giorno o mezza giornata ad Agrigento per visitare la Valle dei Templi, un giorno a Siracusa (Teatro Greco) e sulle belle spiagge della Sicilia, concludono il tour una gita sull'Etna e una tappa a Taormina prima di fare un giro in barca alla scoperta delle meravigliose isole Eolie.

Un buon consiglio è quello di arrivare alla città di destinazione verso sera, così da apprezzare i tramonti e da dare una prima occhiata fugace della zona, per potervi dedicare poi, il giorno successivo, alla scoperta dei monumenti da visitare nei dettagli. Non cercate di vedere tutto, è impossibile: focalizzate l'attenzione sui luoghi prescelti e apprezzateli a fondo. Visitare un posto non deve essere una corsa contro il tempo, rischiereste di non apprezzare davvero niente.

mare

ITALIA NIGHT LIFE

In Italia, i locali notturni aperti d’estate sono spesso molto chic. Chi è trendy ed è alla ricerca di cose da fare a Roma dopo il tramonto ha solo l'imbarazzo della scelta. Chi cerca locali del genere a Firenze o anche a Venezia può stare ugualmente tranquillo: non rimarrà a bocca asciutta. Ecco i 10 locali tra i più “in” del Paese, elencati in ordine sparso. Ci sono davvero tanti locali a Santa Croce, il quartiere della vita notturna a Firenze. Ma pochi reggono il confronto con il Twice. Con i suoi lussuosi divani in pelle nera, i candelieri sfavillanti e l'elegante pista da ballo, questo locale esclusivo è quasi sicuramente il più elegante del suo genere in città. Quando si tratta di locali bar a Firenze con un'atmosfera tranquilla e rilassata, l'ambiente e la classe dello Slowly Café sono imbattibili. Andateci un po' sul presto, in tempo per gustare un aperitivo eccellente e non troppo costoso, e ritornateci più tardi con un gruppo di altri avventori, oppure trattenetevi per osservare come l'ambiente dello Slowly diventa via via molto più animato, pur mantenendo il suo contegno di gran classe. Come il termine in francese suggerisce, il locale romano La Maison incarna in sé tutto ciò che è chic (parigino o meno).

Trascorrerete la notte ballando a fianco di modelle internazionali, esponenti del jet set e giovani uomini d'affari. Chi vuol fare una bella figura dovrà indossare capi molto eleganti perché gli altri saranno vestiti di tutto punto. Gli stranieri chic saranno probabilmente radunati nell'altro famoso locale di Roma: il Gilda. Uno dei locali più in voga fin dagli anni '80, questo Santo Graal delle discoteche è diventato via via il locale più elegante della città, in cui si incontrano campioni sportivi, celebrità e ricche personalità mondane. Con le sue mura rustiche in mattoni, misteriosi passaggi tortuosi e le serate di burlesque, il Micca Club, un tempo un'enorme cantina, colpirà senz'altro chi è un po' artista e un po' trendy. Sebbene il bar principale e la sconfinata pista da ballo vengano occupati dalla gran parte dei visitatori (di cui la quasi totalità è lì a vedere le tante performance scandalose), sono a disposizione altri due bar, un'ampia sala fumatori e una galleria d'arte.

Situato in un edificio originariamente adibito a teatro e trasformato in discoteca nel 1999, il Molocinque è un posto chic ma non pretenzioso ed è uno dei pochi locali a non essere vincolato all'atmosfera ovattata del centro storico. Questo vivace locale notturno approfitta pienamente della possibilità di poter sparare musica a tutto volume fino a tarda notte. Il prossimo locale veneziano che vi presentiamo invece è perfetto per chi viene d’estate, per via della sua posizione idilliaca di fronte alla spiaggia. Si tratta dell’Aurora Beach Club, una discoteca che a dispetto dei massicci letti a baldacchino e delle lussuose cabine disposti in spiaggia, dà una sferzata di energia, ravviva e riscalda la serata in riva al mare. Sedersi allo Skyline Bar – mai nome fu più azzeccato -, anch’esso a Venezia, è un modo molto adatto per godersi lo splendore dell’architettura gotica veneziana, abbandonandosi al contempo ai deliziosi cocktail di frutta ed erbe proposti dal bar.

L’ambiente, ravvivato dalle lanterne sparse qua e là, insieme con il cielo stellato, crea un’atmosfera intima e romantica ideale sia coppie che per single in cerca di qualcuno con cui parlare. I visitatori di Firenze disposti ad oltrepassare il Ponte Vecchio e ad esplorare locali eleganti sull’altra riva dell’Arno, come ad esempio la Dolce Vita, non resteranno delusi. Chi ci va per la prima volta non deve farsi ingannare dalle dimensioni di questo piccolo locale alla moda, poiché la gran quantità di giovani professionisti e “socialite” eleganti spesso si riversano nella piazza antistante.

All’interno del locale è ospitata una galleria aperta tutto l’anno con mostre a rotazione, mentre in estate viene aperta la magnifica terrazza in cui è possibile sorseggiare cocktail di classe sotto le stelle. Per concludere questa carrellata di locali notturni alla moda, ecco il secondo bar vicino a piazza Santa Croce, all’angolo di un’animata via fiorentina: si tratta del Moyo, che offre ai suoi visitatori un sofisticato ambiente con soffitti alti, tavoli di color nero brillante e sedie dallo schienale alto. I cocktail eccellenti e l’atmosfera rilassata fanno di questo bar un posto in cui ci si può mescolare alla gente e fare una chiacchierata prima di proseguire la serata altrove. Questo articolo è di Party Earth: una società di intrattenimento e media globali che presenta recensioni, editoriali ed elenchi dei migliori bar, locali, festival, concerti, eventi e altro nelle più importanti città del mondo. Leggete i nostri precedenti articoli: Vita notturna a Milano, Vita notturna a Napoli, Vita notturna a Roma e Vita notturna a Venezia.

Ordina risultati per:

load more listing
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com